Viaggio Tra I Limiti Massimi Della Voce Umana, Dal Canto Armonico Alla Flauto Fonia, Dal Canto Spirituale Alle Tecniche Metal

In questo studio su “Canto Armonico E Logopedia: Sperimentazioni Vocali Estreme Della Voce Umana“ si andranno ad indagare gli anfratti più affascinanti della voce umana, dando una spiegazione foniatrica ai suoi limiti (dal canto armonico alla flautofonia), tracciando le abilità per riprodurli ed infine proponendo la loro applicazione all’interno della riabilitazione logopedica.

Perchè scegliere questo corso?


Demetrio ricordava come il miglior complimento che si possa fare ad un cantante sia: “La tua voce sembra uno strumento”, ad indicare quanto essa sia bella ed intonata. In realtà, questo nostro primo mondo che privilegia la melodia all’armonia non è che una minoranza, sia sul piano geografico che storico, ed inaspettatamente (continua a dire Stratos) l’Oriente sconfinato ed antichissimo si complimenta coi propri musicisti dicendo loro che “Suonano il proprio strumento come se fosse la propria voce”. Questo perché, a dispetto del nostro levigare ed allenare il “Risultato-Voce” ignorandone la sua genesi, il cantante dell’Asia conosce bene la morfologia dello “Strumento-Voce”, sfruttandone tutte le sue componenti.

Uscendo dunque dai confini di ciò che è a noi noto, si giunge alla “magia” chiamata voce armonica. Magia appunto definita, poiché nel momento in cui la si riesce a produrre sembra si abbia uno stato di benessere ma anche di estasi; i primi occidentali che lo osservarono, a buona ragione, definirono l’evento “miracoloso”, ascoltando effettivamente due o più frequenze comparire simultanee dalla stessa laringe.

Il canto armonico, detto anche in inglese “overtone singing”, è una tecnica di nella quale il cantante sfrutta le risonanze che si creano nel tratto vocale per far risaltare gli armonici presenti nella voce. In questo modo una singola voce può produrre simultaneamente due o più suoni distinti.
Si tratta di una capacità affascinante dal punto di vista musicale, ma anche dal punto di vista scientifico. In effetti con questa tecnica si ottiene lo sdoppiamento del suono vocale in due distinti: il più basso corrisponde alla voce normale, nel consueto registro del cantante, mentre il più alto è un suono flautato, corrispondente ad una delle parziali armoniche, in un registro acuto.

Quando si emette una fonazione con le corde vocali esiste una frequenza fondamentale che corrisponde in gergo a ciò che sentiamo, mentre esiste soggettivamente un numero più o meno ampio di armonici, cioè frequenze minori, impercettibili, che abbelliscono il suono: nel canto armonico, la voce esalta uno o più di queste frequenze armoniche portandone l’intensità (il volume) all’intensità della frequenza fondamentale. Il risultato è che parallelamente alla voce compare un “fischio”, un soffio di flauto, che altro non era se non una sua componente prima non riconoscibile.

Questo corso sul “Canto Armonico E Logopedia: Sperimentazioni Vocali Estreme Della Voce Umana“ andrà ad esplorare gli anfratti della voce umana, proponendosi di imparare tecniche in grado di ricreare questa ed altre singolarità dello strumento fonatorio umano.

Cosa imparerai con questo corso?


Iscriviti al mio corso online “Canto Armonico E Logopedia: Sperimentazioni Vocali Estreme Della Voce Umana” e avrai accesso alle mie lezioni dove imparerai:

Conoscenza dello strumento voce, inteso come Vocal-tract nella sua anatomia e fisiologia (com’è fatto e come funziona);

Capacità di distinguere le varie strutture fonatorie e parafonatorie;

Differenza tra disfonia e diplofonia;

Emissione del canto armonico;

Emissione di più frequenze distinte contemporaneamente, applicandole all’ottica di una produzione musicale sperimentale.

Iscrivendoti al corso avrai questi bonus:


Accesso Illimitato

Studia H24 e 7 giorni su 7

Workspace

Classe virtuale esclusiva

Certificato Finale

Inclusivo di N° di licenza

Materiale Didattico

A tua disposizione

Tutor Online

Fai qualsiasi domanda

Esercitazioni

Fai pratica con il tuo corso

Recensioni del Corso

N.A

ratings
  • 5 stars0
  • 4 stars0
  • 3 stars0
  • 2 stars0
  • 1 stars0

Non ci sono recensioni per questo corso.

Foto del Profilo
Giacomo SeccafienLogopedista

Il dott. Giacomo Seccafien è un logopedista (classe 1991, laurea conseguita all’Università di Padova nel 2013) operante in ambito gaeriatrico nel Nord Est Italia.

Specializzato nei disturbi alimentari dell’anziano (disfagia e malnutrizione/disidratazione) ha operato in 17 strutture del Veneto e del Friuli sino a stabilizzare la propria prestazione presso Ipab F.F. Casson di Chioggia (Sottomarina) e CSA Ca Vio di Cavallino-Treporti.

Nella sua esperienza si è occupato anche di CAA e riabilitazione linguistica in età evolutiva per sindromi rare e voce artistica.

Dopo un passato di radiofonista, musicista e scrittore (nella cui chiave di lettura vanta una decina di pubblicazioni editoriali e discografiche) pubblica in ambito scientifico i manuali “Il rifiuto del cibo nell’anziano istituzionalizzato”, “Il logopedista in casa di riposo” e “La logopedia incontra Demetrio Stratos”, tutti per Logopeditore e tradotti in quasi 20 lingue.

Per lo stesso produttore ha portato a conclusione altre pubblicazioni meno inerenti all’ambito della logopedia, parallelamente allo studio “Timeslips” (coi dottori Filippo Bergamo e Valentina Paulon, prodotto da Ire Venezia e Guggenheim) ed è autore dell’articolo in Qeios che dà per prima la definizione di “Voce”.

Attualmente opera nella ricerca, sia sul fronte della formazione (sia sulla sperimentazione vocale che nel trattamento dei disturbi alimentari dell’anziano) sia sul processo di Brevetto di nuove tecnologie applicate alle RSA.

Show More
  • 49,00 
  • ACCESSO A VITA
  • Attestato Incluso
  • Corso Accreditato
4 STUDENTI ISCRITTI

Life Learning S.r.l. - Viale Certosa, 218 - Milano. REA MI 2053237, P.Iva 08852200966 | © 2020, Tutti i diritti riservati
Dati SocietariTermini e CondizioniPolicy PrivacyCookie Policy